La Guida Italiana

 

 

  English

 

Home
Il Pellet

Conservarli 

Produzione         

Stufe a pellet

Manutenzione

Potenza termica

Scheda consegne

Rivenditori

Pubblicità

Contatti

 

Vendita Pellet

   

 

Silva Team spa

 

 

 

     

 

 

 

   

 

 

 

Stufa a pellet: Guida all'acquisto.

 

Sul mercato di stufe alimentate a pellet ce ne sono tante. Ma al momento di comprarne una, bisogna considerare non solo il costo, ma una serie di dati tecnici che riguardano il consumo e che sono riportati sull'etichetta dell'apparecchio. Inoltre, è importante prendere in considerazione le caratteristiche e le dimensioni della stanza dove verrà collocata la stufa.

Innanzitutto va ricordato che il pellet è un piccolo concentrato di segatura di legno pressato e non trattato. Le stufe alimentate a pellet però variano molto non solo in estetica ma anche in tecnologia e funzionamento.

 

Prima di collocare una stufa a pellet, bisogna considerare una serie di requisiti basici, quali la possibilità di installare la canna fumaria e la presa d'aria; quest'ultima non è altro che un foro di areazione che dovrà collegarsi con l'estero dell'abitazione. Infine, bisogna prevedere la presenza di una presa elettrica per l'avvio e funzionamento della stufa.

Una volta deciso il posto dove verrà collocato l'apparecchio, la prima scelta da fare riguarda il tipo di stufa: vi sono quelle di tecnologia ad aria e ad acqua (idro). La stufa ad aria ha il vantaggio di diffondere l'aria calda in più di una stanza, attraverso un sistema di canalizzazione. Quella ad acqua invece consente di produrre acqua calda per i radiatori e per uso sanitario.

 

Occorre inoltre considerare le dimensioni della stanza; circa il 30% del calore generato dalla stufa rimane all'interno della stanza, perciò se la potenza è troppo elevata potrebbe renderla invivibile.

Per quanto riguarda i consumi, il potere calorifico normale del pellet è di 4,6 kWh/kg. Quindi, una stufa da 9 kW con rendimento dell'87% nel suo funzionamento al minimo di potenza consuma 600 grammi di pellet all'ora, mentre alla massima potenza il consumo/ora sale a 2,25 kg.

Per quel che concerne il costo medio del riscaldamento, si trova sui 70 euro per MWh contro i 90 euro attuali del gas metano.

 

Nell'etichetta dell'apparecchio dev'essere riportato il marchio CE, l'indicazione della normativa in base alla quale la stufa è stata testata, la sua potenza, il rendimento espresso in percentuale, il valore di emissione di anidride carbonica (deve essere sotto il 0,04%, quanto più basso, meno inquinante) e infine il nome dell'azienda produttrice che deve garantire l'assistenza su tutto il territorio italiano e la manutenzione annuale.